Prima Pagina  
Menu principale
Prima Pagina
Ultime Notizie
Attualità, Costume e Società
Storia e Cultura
Arte e design
Sport e Spettacolo
Italiani Estero
Personaggi e Biografie
Calendario Eventi
Galleria Immagini
Servizi
Attività
Pubblicazioni
Newsletter
Rappresentanze Estero
Archivio
Chi siamo
Contatti
Gerenza
Amministratore
Calendario Eventi
domlunmarmergiovensab
0102030405
06070809101112
13141516171819
20212223242526
27282930
Login Form





Lost Password?
Syndication

 
testata
Ultime Notizie
Agenda appuntamenti del 6 febbraio 2009
Agenda. Tutti i pezzi
5 febbraio 2009 - Ecco i principali appuntamenti di venerdì 6 febbraio in Italia e nel mondo.
LUSSEMBURGO - Tra Sacro e Profano. Capolavori del XVII secolo nelle raccolte della Banche Italiane.
TEL AVIV - Sounds and Visions. Artists’ Films and Videos from Europe.
NEW YORK - Sign of sound. Performance Fabiana Yvonne,  Lugli Martinez e Matthew Garrison.
MOSCA - Vertice Ue-Russia.
MONACO - 45mo convegno sulla Sicurezza, presente tra gli altri il vice presidente americano Joe Biden, il segretario generale della Nato Jaap de Hoop Scheffer, il presidente della commissione Ue Barroso. Per l'Italia partecipa il ministro della Difesa Ignazio La Russa.
Read more...
 
Cinema, no a proiezioni di 'Ex' nelle sale parrocchiali
Percorsi nel cinema
5 febbraio 2009 - Niente ' Ex' nelle sale parrocchiali. Per il film corale di Fausto Brizzi, in uscita venerdì 6 febbraio, nessuna proiezione sugli schermi parrocchiali. Nella pellicola, il prete interpretato da Flavio Insinna abbandona la tonaca per amore. Il film, infatti, è stato considerato nella classifica stilata dalla Commissione Nazionale di valutazione Film, curata dall'Acec per conto della Cei "sconsigliabile, non utilizzabile, superficiale". Un giudizio che porta alla sua esclusione dalla programmazione delle circa mille sale riunite dall'Associazione Cattolica Esercenti Cinema.
Read more...
 
Battisti, Pe: Brasile tenga conto sentenza Italia
Cesare Battisti. La giustizia brasiliana nega l'estradizione e lo rende "rifugiato politico" 
5 febbraio 2009 - Con 46 sì, 8 no e nessun astenuto il Parlamento europeo ha approvato la risoluzione sul caso di Cesare Battisti, con la quale si confida che il riesame della decisione da parte del Brasile tenga conto della sentenza emessa da uno Stato dell'Ue "nel pieno rispetto dei principi di legalità su cui si fonda l'Ue". Presentata dai gruppi del Ppe, Pse, Liberaldemocratici e Uen, la risoluzione è stata posta in votazione dopo che la socialista Martine Roure e il verde Gerard Onesta avevano sollevato la questione della scarsa presenza di deputati al momento del voto.
Read more...
 
Omicidio di Garlasco, Panorama: ecco il materiale sul pc di Stasi
Omicidio di Garlasco. Tutti i pezzi
5 febbraio 2009 - Foto, film a luci rosse, racconti hard e riprese personali. Il settimanale Panorama, in edicola il 6 febbraio, pubblica un servizio di cui è stata data un'anticipazione, con un elenco del materiale e di che tipo, trovato nel computer di Alberto Stasi, unico indagato nell'omicidio della fidanzata Chiara Poggi, uccisa a Garlasco il 13 agosto 2007. Ci sono  file musicali, foto pedopornografiche (per le quali Stasi è già indagato), ma anche di aerei, donne violentate, persone sofferenti.
Read more...
 
Arte, Croppi: vogliamo aprire casa Balla a Roma
Percorsi nell'Arte, nell'Architettura, nel Design e nella Fotografia 
5 febbraio 2009 - La casa dove il pittore futurista Giacomo Balla trascorse nella capitale gli ultimi 30 di vita, diventerà fruibile "almeno per gli studiosi". È quanto assicura l'assessore alla cultura del Comune di Roma Umberto Croppi, che ha fatto un sopralluogo nell'abitazione in via Oslavia, nel quartiere Prati, dopo un falso allarme stampa di infiltrazioni d'acqua nell'appartamento. "È un oggetto d'arte straordinario - ha detto estasiato l'assessore - pieno di decorazioni e dove la maggior parte dei mobili sono stati costruiti dalle mani dell'artista. Un valore incalcolabile sul mercato perché praticamente si tratta di un'opera d'arte tridimensionale.
Read more...
 
Meteo, in arrivo piogge e temporali sul centro-nord
5 febbraio 2009 - In arrivo pioggia e temporali sull'Italia centro-settentrionale. Il tutto è causato da una nuova perturbazione di origine che sta raggiungendo la penisola. Per questo, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un allerta meteo valido dalle prime ore di venerdì 6 febbraio: gli esperti prevedono temporali localmente anche molto intensi e venti forti su tutto il nord Italia e sulle regioni centrali tirreniche. Le precipitazioni assumeranno carattere nevoso sulle Alpi a quote superiori agli 800-1.000 metri.
Read more...
 
Moto Gp, Valentino Rossi cade durante le prove, nessun danno
Moto Gp 2009. Tutti i pezzi 
5 febbraio2009 - Durante le prime prove ufficiali del motomondiale, in Malesia, Valentino Rossi finisce a terra senza conseguenze. Dopo essersi tagliato mano e piede sinistri due giorni fa per un banale incidente domestico, il pesarese è caduto oggi nella prima giornata di test della nuova Yamaha sul circuito di Sepang. Fortunatamente, non si è fatto nulla. “Niente di grave - ha detto Rossi ai box -. È solo che mi fanno male le mie ferite".
Read more...
 
Fratellini di Gravina, oggi si decide sull'archiviazione
Fratellini di Gravina. Tutti i pezzi
5 febbraio 2009 – Ha preso il via oggi presso il Tribunale di Bari, l’udienza a porte chiuse per discutere l’opposizione alla richiesta di archiviazione, avanzata dalla Procura, nell’ambito dell'inchiesta contro Filippo Pappalardi, il papà dei fratellini di Gravina di Puglia, Ciccio e Tore.
Read more...
 
Salute, al via la campagna antifumo voluta dal governo
5 febbraio 2009 - Il fumo uccide 5,4 milioni di persone nel mondo ogni anno, di cui 80.000 in Italia. Il ministero del Welfare ha pertanto deciso di lanciare una nuova campagna antifumo, che ha per obbiettivo la riduzione del numero di fumatori abituali, la sensibilizzazione dei fumatori sui danni provocati agli altri, al fine di tutelare i non fumatori e la prevenzione dell’avvicinamento dei giovanissimi alle sigarette.
Read more...
 
Delitto Perugia, Sollecito spostato da Terni a Perugia
Delitto Perugia. Tutti i pezzi
5 Febbraio 2009 – Dopo essere stato spostato dal carcere di Terni a quello di Perugia, Raffaele Sollecito domani prenderà parte, davanti alla Corte d'assise di Perugia, alla seconda udienza del processo per l'assassinio di Meredith Kercher nel quale è imputato con Amanda Knox (tutti e due hanno comunque sempre negato qualsiasi addebito). A quanto si apprende dall’ Ansa, il trasferimento è connesso proprio alle necessità processuali.
Read more...
 

tutte le ultime notizie - all news >>


 
Sondaggi
Chi è online
We have 2 guests online
 
Annuncio Pubblicitario
 
Alberto Burri, biografia PDF Print E-mail
domenica, 11 marzo 2007

Pittore, nato a Città di Castello il 12 marzo 1915 e morto a Nizza il 13 febbraio 1995.

Alberto Burri. I sacchi, materia dell'anima
bburri1.jpgDopo essersi laureato in medicina, si arruola come ufficiale medico e durante la seconda guerra mondiale viene detenuto nel campo di prigionia di Hereford (Texas), dove comincia a dipingere.
Rientrato in Italia nel 1946, rinuncia alla carriera di medico per dedicarsi alla pittura e si stabilisce a Roma. Fra il 1947 e il 1948 espone in alcune gallerie della capitale. Nel 1948 nascono i “catrami” (olio, catrame, sabbia, vinavil su tela) cui fanno seguito le “muffe” ed i “gobbi” (opere in cui inserisce oggetti tra la struttura e la tela che portano l’opera ad uscire dalla superficie del quadro e ad aggettarsi nello spazio). Nel 1951 fonda con Giuseppe Capogrossi, Ettore Colla e Mario Ballocco il “Gruppo Origine”, che si propone il superamento dell’accademismo astratto e che, come afferma lo stesso Ballocco si fonda sull’idea di Origine “… come liberazione dalle molteplici sovrastrutture e come identificazione con la realtà in noi stessi contenuta…”.

Dal 1950 inizia a realizzare i suoi lavori più rivoluzionari, i famosi “Sacchi”. La materia povera, sdrucita racconta la propria storia attraverso le sue cuciture e bruciature assurgendo a simbolo del dolore universale. Sono opere che suscitano grande scandalo (nel 1959 l’acquisto di “Grande Sacco” da parte della Galleria Nazionale d’Arte Moderna  di Roma provoca un’interpellanza parlamentare) e che vengono esposte nelle personali che, dopo Roma, si tengono anche in varie città europee e americane. Al Guggenheim Museum di New York ottiene ottime critiche.
Il suo stile si collega al movimento dell'arte informale. La tendenza artistica, nata e diffusasi in Europa, era caratteristica del clima culturale post bellico. Databile agli anni Cinquanta e Sessanta, esprime  la perdita di fiducia nella razionalità. L'azione è considerata l’ unico mezzo d'espressione. Il dipinto è una tensione continua verso un’istintiva e incontrollata espressione di sé, al di là delle categorie figurative consuete. Vengono respinte perciò la forma, la prospettiva, i contorni e le figure geometriche. Il supporto dell'opera diventa materia modificabile e trasformabile dall'artista.

Dopo il 1957 Burri in mostre che si tengono in America, presenta le opere i “Legni”, le “Combustioni”, i “Ferri”.
Tra la fine degli anni Sessanta e gli inizi del 1970 vengono organizzate alcune importanti mostre retrospettive a L’Aquila (1962), Darmstadt, Rotterdam (entrambe nel 1967), Torino (1971) e Parigi (1972). Nel 1962 espone le prime”Plastiche” alla Galleria Malbourough di Roma. Agli inizi degli anni Settanta sposta la sua attenzione verso soluzioni monumentali, passando dai “Cretti” (un miscuglio di ceramica cotta,caolino e massa resinosa) ai “Cellotex” (pannelli di cartone industriale pressato). Si interessa anche all’attività grafica: “Poems” di Minsa Craig (1970), “Saffo” di Emilio Villa(1973).

Per il teatro, una delle sue grandi passioni, realizza numerose scenografie. Nel 1963 crea quella per “Spirituals”, spettacolo per La Scala di Milano. Nel 1972 per “November Steps”, all'Opera di Roma. Nel 1975 crea le scenografie per “Tristano e Isotta”, al teatro Regio di Torino. Alcune retrospettive sono organizzate ad Assisi (1975), Roma (1976), Lisbona, Madrid, Los Angeles, Millwaukee, New York (1977) e Napoli (1978).
Dalla fine degli anni Settanta comincia ad eseguire “organismi ciclici”, a struttura polifonica. Il primo è “Il viaggio”, presentato a Città di Castello nel 1979 e passato poi a Monaco di Baviera. Nel 1980 “Orti” a Firenze, “Sestante” a Venezia, in cui torna ad usare il colore che però per lui è materia, sostanza consistente, (1983) e “Annottarsi”, titolo che può ironicamente significare il contrario di aggiornarsi o riferirsi alla notte dell’esistenza, la “vecchiaia” (1985 e 1987).

Nel 1981 a Città di Castello, a palazzo Albizzini viene inaugurata una raccolta permanente delle sue opere. Nel 1984, a palazzo Citterio di Milano viene organizzata una grande retrospettiva con oltre 160 pezzi. Negli anni Ottanta Burri espone le sue opere a New York, Parigi, Nizza e Roma.

Nel 1989 la Fondazione palazzo Albizzini acquisisce gli ex seccatoi del tabacco a Città di Castello. Si apre così il complesso museale interamente dedicato all’artista. Nel 1991 vengono organizzate due altre importanti retrospettive, a Palazzo Pepoli Campogrande a Bologna e al Castello di Rivoli. Nel 1993 - sempre negli ex seccatoi del tabacco - viene aperto al pubblico un nuovo ciclo di opere, dal titolo “Il Nero e l’Oro". Nel dicembre 1994 viene celebrata la donazione Burri agli Uffizi, che comprende oltre al quadro “Bianco e Nero” tre serie di opere grafiche.Alberto Burri muore a Nizza il 13 febbraio 1995.

Hanno detto di lui:

“…Attualizzava la tela come il momento stesso esistenziale, bruto, offerto in proprio allo spettatore, repulsivo allo spettatore. La tela era grossa, rozza, di juta o canapa (…) tornano le toppe ad un tessuto figurativo irrefutabile, le cuciture divengono le linee stesse sottili e martoriate di Klee, e le macchie di morchia e gli strappi non sono più veri che le ferite e le ecchimosi di Grunewald. Il Sacco si è coagulato in se stesso: il sacco è divenuto pittura…” (Cesare Brandi)

“…La sua scoperta della materia è graduale, muove dalla stessa materia pittorica e dal bisogno di attribuirle una consistenza fisica più corposa e densa, grumosa, ricca di aderenze, anche mescolandola al catrame, al vinavil o alla cementite; ma presto all’impasto pittorico così ingrossato viene sostituita o accostata una materia dalle diverse proprietà, oggettuale e non plasmabile ma da segnare con tagli, ferite, cuciture, un inserto di materia-detrito. Nascono i celebri sacchi, i gobbi (ovvero le prime opere in cui la tela si protende in un aggetto,infrangendo la piatta unità della superficie), poi i legni, i ferri, le plastiche, i cretti, i cellotex; via via il crudo intervento del gesto si ritira, lascia affiorare la pura e squadrata tensione dello spazio. Si direbbe che un dettato della mente governa e riordina impulsi che premono dal profondo; non li reprime ma li contiene, nutrendo della loro spinta la forza stessa della propria “ratio”, che ora emerge con più imperioso nitore, ora si trattiene nel magma che è chiamata a dominare.
Impellenti traini istintuali, carichi di energia anche buia e distruttiva, si ricompongono nell’attraversare la zona di luce dell’intelletto e la sua architettonica progettualità.
Nel panorama internazionale Burri emerge come una delle figure più autorevoli della seconda metà del secolo, e più ricche di influenze sugli svolgimenti dell’arte…”(Maurizio Calvesi)

Last Updated ( mercoledì, 26 novembre 2008 )
 
< Prev   Next >